The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 04 luglio 2021

Informazione on-line dal 2004 su inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home
Pubblicazioni

Fisica onde musica

Approfondimenti dei fenomeni sonori

Università di Modena e Reggio Emilia

UNIMORE

Laboratorio

Music Lab

Laboratorio della musica

Musica e suono

Salute e psiche

Effetti e psicologia delle persone

Rubrica salute

Dott.ssa Cipani

 

Musicamente

GIURIDICA

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

BACHECA

Annunci degli inserzionisti

Inserzioni

DIDATTICA

Opere di approfondimento

Documentazione

Posta dei lettori

 

Lettere

 

 

Invia lettera

Associazione Specialisti Acustica

SALUTE

 Stima carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe

Joint Research Centre

Guida metodologica

 

2018

Nuove linee guida Rumore ambientale

World Health Organization Europe

SITI WEB

 

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

 

 

  Requisiti sorgenti sonore

 

   Adempimenti in capo al d.P.C.M. 16 aprile 1999, n. 215

 

 

 

Valutazione per i luoghi di pubblico spettacolo

 

 

In attuazione della legge 26 ottobre 1995, n. 447 "Legge quadro sull'inquinamento acustico", è stato emanato il d.P.C.M. 16 aprile 1999, n. 215 recante "Regolamento recante norme per la determinazione dei requisiti acustici delle sorgenti sonore nei luoghi di intrattenimento danzante e di pubblico spettacolo e nei pubblici esercizi", il quale stabilisce i limiti di rumorosità consentiti all'interno di quei locali pubblici caratterizzati da diffusione di musica ad alto volume, a protezione degli avventori dall'esposizione al rumore.

Infatti, è ormai noto che l'esposizione prolungata a livelli di rumorosità elevata può causare una progressiva riduzione della capacità uditiva; non a caso tale decreto viene anche definito "decreto discoteche", poiché principalmente rivolto a ridurre i livelli di rumorosità elevati che tipicamente sono presenti all'interno di questi locali, i cui livelli equivalenti (LAeq) possono raggiungere anche i 110 dB.

Tale decreto stabilisce i limiti dei livelli di pressione sonora consentiti nei locali e stabilisce obblighi per i gestori in relazione alla verifica di tali livelli generati dagli impianti elettroacustici in dotazione. Sono altresì precisate le modalità con cui i gestori devono eseguire la verifica, per la quale devono avvalersi di un Tecnico Competente in Acustica (TCA) iscritto nell'Elenco nazionale (ENTECA » sito).

Il campo di applicazione di tale decreto, durante questi anni, è stato più volte rivisto, assoggettando, inizialmente, a tale limitazione tutti gli esercizi pubblici, quindi anche quei locali in cui l'impianto elettroacustico veniva impiegato esclusivamente come sottofondo musicale, per poi essere successivamente confinato, attraverso l'art. 7 della Legge 31 luglio 2002, n. 179, ai soli luoghi di intrattenimento danzante e di pubblico spettacolo.

Con il parere del Ministero dell'Ambiente del 30 aprile 2004 (documento PDF 2.301 KB) s'è stabilito che "...qualora l'attività di somministrazione e bevande sia esercitata congiuntamente ad una attività di intrattenimento o svago (sia essa di carattere permanente o temporaneo e avvenga in ambiente chiuso o all'aperto) che preveda l'utilizzo di impianti elettroacustici di amplificazione e di diffusione sonora, l'attività ricade sotto la previsione dell'art. 1, comma 1, del D.P.C.M. 16 aprile 1999, n. 215 con la conseguente applicabilità di tutti gli obblighi imposti al gestore.".

Nella sezione "Pubblicazioni" sono riportate le Linee guida applicative al decreto, un documento redatto dall'Agenzia Nazionale per la Protezione dell'Ambiente (ANPA) allo scopo fornire un supporto all’applicazione dei contenuti della legge. Il documento, è destinato, in particolare, ai TCA che devono eseguire, per conto dei gestori, la verifica dei requisiti acustici delle sorgenti sonore presenti all’interno dei locali.

 

 

Il nostro sostegno alla musica

 

 

"La musica è la voce dell'animo"

Il modo migliore per sostenere e valorizzare il settore della musica è quello di realizzare ambienti adatti per offrire una elevata qualità dell'ascolto per coloro che partecipano agli eventi, ponendo al contempo attenzione a voler rispettare e salvaguardare la quiete e la tranquillità delle abitazioni di quanti vivono attorno.

 

Per offrire sopporto al settore della musica, nella Bacheca - sezione Servizi sono inseriti i riferimenti di alcune band

 

» vai alla bacheca

 

 

Sezione dedicata alla promozione di nuovi artisti

 

Emanuele Nidi

Tra leggerezza e introspezione, libertà e ovattata malinconia

Il 25 giugno è uscito il secondo album SILVER SURFER

 

 

 

Spazio libero dal rumore

EVENTI

Punto di ascolto

Alleviare quel disagio silenzioso

                                 

Servizio gratuito anche su Zoom

Durata variabile

Aghape

Programma

 

» altri eventi

Marketing Sonoro

Strumenti di marketing

Suoni e frequenze

Dott.ssa Brusegan

 

GUIDA LAVORO

Banca dati rumore

ISOLAMENTO

Manuale

di buona pratica

 

Manuale Knauf

Associazione

Isolamento termico acustico

Soluzioni al rumore

SOUNDSCAPE

FKL

Paesaggio sonoro

UTILITÀ

Openoise

 

Misura il rumore

 Arbitrato e conciliazione

Mediazione civile

ANNUNCI

 

 

Cerca lavoro

 

 

Codici offerte

Risparmia negli acquisti online

 

 

 

| Chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | Partners | privacy | Redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ® 2021

 

Powered by Register.it