The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 05 dicembre 2015

Informazione on-line dal 2004 su inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

Bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 15

Didattica

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

il motore di ricerca per annunci di lavoro

Codici sconto e offerte

 Come risparmiare negli acquisti online

 

La risposta dell'esperto

A cura di Marcello Brugola

 

 

Volo in elicottero con un bambino

 

Gentile signora,

io direi che suo marito sta progettando… un modo per fare diventare sorda la bimba!

Mi ricordo che qualche anno fa era stato chiamato per monitorare delle incubatrici che non erano state pensate per ridurre il rumore, ed avevano all’interno (a causa dell’ingresso dell’aria calda tramite delle fessura collegate con dei ventilatori) oltre 50 dB(A) di rumore. Bene, era già eccessivo.

Tenga presenta che tutto il corpo deve crescere ed abituarsi: le cellule ciliate, l’incudine e la staffa dell’orecchio sono organi estremamente piccoli (qualche mm negli adulti) e delicati, e sono uno dei pochi organi che non si possono riparare: una volta deteriorati, non si sistemeranno più, ed il brutto è che il deterioramento è irreversibile.

Una esposizione al rumore prolungata come quella di un viaggio in elicottero può essere dannosissima, e quindi è assolutamente sconsigliabile. Direi che dopo i due anni è possibile fargli fare questo giro, ma inserendo prima dei tappi, e dopo mettere una cuffia di protezione, in modo che il livello di esposizione al rumore sia ridotto al minimi.

Anni fa leggevo che in Svezia la marina aveva problemi a trovare dei giovani da mettere al Sonar, perché ormai tra walkman (ora li chiamiamo iPod) e discoteche, il 90% dei ragazzi di 18 anni aveva problemi di udito! Torno a ripetere: la degenerazione dell’organo uditivo è irreversibile.

In linea di massima, quindi, è possibile che un bimbo sia esposto per un breve tempo al rumore, ma non a lungo, altrimenti il suo apparato uditivo ne risentirà sicuramente.

 

Cordiali saluti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

Tecnico Competente in Acustica Ambientale

Riconosciuto dalla Provincia di Lucca

Corso di formazione

 15 dicembre 2015

Capannori (LU)

Solidarietà

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

Comitato Paritetico Territoriale

Isolamento

Manuale

di buona pratica

Soluzioni tecniche per edilizia civile e industriale

Pubblicazioni

491

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

info@inquinamentoacustico.it