The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 01 luglio 2019

Informazione on-line dal 2004 su inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Imparare

a Conoscere il Suono

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

Bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 16

Didattica

Corsi di formazione

Salute

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe

Joint Research Centre

- - -

Nuove linee guida sul rumore ambientale per l'Europa 2018 World Health Organization Europe

Salvaguardare il proprio benessere

Dott.ssa Elena Cipani

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Invia lettera

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

 

 

La risposta della Redazione

 

 

Stalla vicino a casa

 

 

 

Fatte salve le disposizioni regolamentari eventualmente assunte dalla Regione, le immissioni sonore derivate dal funzionamento di apparecchiature connesse ad attività agricole sono assimilate alle "sorgenti sonore fisse" dalla normativa nazionale in capo alla Legge 26 ottobre 1995, n. 447 e s.m.i., recante "Legge quadro sull'inquinamento acustico", ed ai relativi decreti attuativi, e pertanto sono tenute al rispetto dei valori limite assoluti (emissione ed immissione) indicati dalla Classificazione Acustica del territorio comunale, oltre al rispetto dei valori limite differenziali di immissione di cui all'articolo 4, comma 1, del d.P.C.M. 14 novembre 1997, recante "Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore".

La verifica dei predetti limiti può essere demandata al Comune e all'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente (ARPA) territorialmente competenti. A seguito di tali verifiche fonometriche, qualora dovesse essere accertato il supero anche una delle predette soglie limite al rumore, oltre all'irrogazione della sanzione amministrativa, indicata dall'articolo 10, comma 2, della menzionata Legge quadro, sarà emanata apposita diffida con la quale disporre, entro un congruo termine, il rientro nei limiti di Legge.

Restano comune fatte salve le eventuali rivendicazioni assunte ai sensi dell'articolo 844 c.c. (immissioni), qualora si intendano rivendicare anche gli eventuali danni patiti. A tal fine, è tuttavia necessario voler usufruire di adeguata prova tecnica, assunta attraverso la consulenza di un Tecnico Competente in Acustica Ambientale (TCAA), comprovante l'avvenuto supero della soglia della c.d. "normale tollerabilità", oltre al supporto di un consulente legale con il quale potrà essere avviato un tentativo conciliativo.

Per maggiori approfondimenti su tali questioni, rinviamo al seguente contributo "Come tutelarsi dal rumore?" prodotto dall'Avv. Durelli.

 

 

La Redazione: 01.07.2019

 

 

E' anche grazie al contributo della pubblicità se riusciamo a sostenere questo servizio

 

 

 

 

 

Formazione

 

Ritiro igienista HSU

 

Detox di corpo e mente

 

06-12 luglio 2019

 Fanano (MO)

 

Guida Lavoro

Isolamento acustico

Manuale

di buona pratica

 

Associazione per isolamento termico e acustico

Arbitrato - conciliazione

FKL

Paesaggio Sonoro

Soundscapes & Sound Identities

Soluzioni al rumore ambientale

OpeNoise

Misurare il rumore

 

 

Motore di ricerca per Annunci lavoro

neuvoo.it

 

Codici

sconti e offerte

 Come risparmiare negli acquisti online

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

info@inquinamentoacustico.it