The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2018

Informazione on-line dal 2004 su inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

Bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 16

Didattica

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Salute

Salvaguardare il proprio benessere

La posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Invia lettera

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

il motore di ricerca per annunci di lavoro

Codici sconto e offerte

 Come risparmiare negli acquisti online

 

La risposta della Redazione

 

 

Rumore causato dallo stazionamento dei treni

 

Egregio Lettore/Gent.ma Lettrice,

il tema trattato è molto complesso, giacché interviene in una sovrapposizione di limitazioni imposte sia dall'Ordinamento pubblicistico che di quello civile. In particolare, nell'ambito della vigente normativa speciale di settore che fa' capo al d.P.R. 18 novembre 1998, n. 459, recante "Regolamento recante norme di esecuzione dell’articolo 11 della legge 26 ottobre 1995, n. 447, in materia di inquinamento acustico derivante da traffico ferroviario", il Legislatore ha fissato delle soglie limite al rumore (valori di immissione) che riguardano l'infrastruttura ferroviaria, identificata nell'insieme di materiale rotabile, binari, stazioni, scali, parchi, piazzali e sottostazioni elettriche; dunque comprensiva dello stazionamento dei treni. I valori limiti sono distinti per tipo di infrastruttura e per tipologia di fascia acustica nella quale ricade il ricettore disturbato dai rumori. Per ricettori inseriti nella fascia acustica "A", della larghezza di 100 metri più vicina all'infrastruttura, e per rumori generati da infrastrutture esistenti, quale si presume essere quella presentata, i limiti di rumore sono pari a 70 dB(A) durante il periodo di riferimento diurno (06-22) e pari a 60 dB(A) durante quello notturno (22-06).

Qualora venisse accertato il supero dei predetti limiti da parte dell'Organo preposto al controllo, ossia dell'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente (ARPA), i termini entro i quali dovrà essere ricondotta la fase di risanamento sono quelli definiti dal D.M. 29 novembre 2000, recante "Criteri per la predisposizione dei piani degli interventi di contenimento e abbattimento del rumore", i quali si estendono a 15 anni dalla data di approvazione del Piano o dalla data di espressione del medesimo da parte della Regione. In via generale può essere assunto a riferimento entro il 2018.

Sulla scorta di tale non semplice quadro di riferimento, non è infrequente assistere ad un ricorso, dei censiti interessati dai rumori, davanti al Giudice del Tribunale civile, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 844 c.c. (immissioni). Nel qual caso, tuttavia, è necessario voler disporre preliminarmente di adeguata "prova tecnica", ossia di un'idonea rilevazione fonometrica, attraverso la quale definire l'eventuale supero della c.d. "normale tollerabilità", peraltro assai probabile in questi casi. All'esito del processo, il Giudice potrà ordinare, laddove se ne presentino le condizioni, l'adozione di adeguate misure di contenimento dei rumori, fra i quali l'inibitoria, in determinate fasce orarie, dell'accensione dei treni rumorosi, a tutela del riposo notturno della popolazione, e perfino l'allontanamento della sorgente responsabile del disturbo lamentato. In questo specifico ambito è comunque utile avvalersi di un preventivo consulto legale, attraverso il quale esaminare le condizioni espresse dallo specifico caso.

Cordiali saluti.

 

La Redazione: 21.05.2016

 

 

E' anche grazie al contributo pubblicitario se riusciamo a proseguire in questo servizio

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

Corso di Formazione per Tecnici Competenti in Acustica Ambientale e Specialisti in Acustica

 

Corso Suono, Rumore e Vibrazioni

 

Ottobre 2018

Università degli Studi Roma Tre

00153 Roma (RM)

 

Solidarietà

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

Comitato Paritetico Territoriale

Isolamento

Manuale

di buona pratica

Soluzioni tecniche per edilizia civile e industriale

 

 

Pubblicazioni

492

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

FKL

Soundscapes & Sound Identities

 

Tecnica

Esperienze operative

Le soluzioni al rumore ambientale

 

 

OpeNoise

Misura del rumore da Tablet e Smartphon

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

info@inquinamentoacustico.it