The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 08 ottobre 2015

Informazione on-line dal 2004 sull'inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home
Su
Pubblicazioni
Aeroporto
Ferrovie
Strade

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

Bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 15

Didattica

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

La posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi utili

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

 

Infrastrutture di trasporto

 

Principale causa del rumore prodotto nelle aree urbane

 

 

Le sorgenti sonore che concorrono a determinare il rumore ambientale sono innumerevoli e con caratteristiche assai diversificate in termini di tempo, intensità, frequenza e dislocazione sul territorio.

Al riguardo, un ruolo da protagonista lo svolgono le infrastrutture di trasporto, giacché si stima che in tutta Europa siano più di 80 milioni le persone esposte a livelli di rumorosità oltre i 65 dB(A), indicata dall'Organizzazione Mondiale delle Sanità come soglia critica di rumore.

Le sorgenti sonore maggiormente significative sono attribuibili al:

bullet

traffico stradale

bullet

traffico ferroviario

bullet

traffico aeroportuale

La suddivisione elencata assume un significato ben più importante di una semplice classificazione in quanto tiene conto del fenomeno, oramai consolidato dai dati sperimentali, secondo cui la popolazione reagisce al rumore con modalità diverse, dipendenti anche dalla tipologia della sorgente sonora. Risulta peraltro evidente che i maggiori effetti disturbanti sono rivolti a quei soggetti che risiedono nelle immediate vicinanze di tali infrastrutture. Nel grafico sottostante (grafico Miedema) è indicata la % di popolazione ritenuta fortemente disturbata dal rumore, a seconda del tipo di infrastruttura.

In Italia la normativa di settore, facente capo alla Legge n. 447/95 recante "Legge quadro sull'inquinamento acustico", individua per mezzo di specifici regolamenti attuativi i valori limite di rumorosità per ciascun tipo di infrastruttura. Nel caso in cui sia riscontrato il superamento delle soglie limite, è necessario intervenire con un idoneo piano di contenimento del rumore, in relazione a quanto stabilito dal D.M.  29 novembre 2000 recante "Criteri per la predisposizione, da parte delle società e degli enti gestori dei servizi pubblici di trasporto o delle relative infrastrutture, dei piani degli interventi di contenimento e abbattimento del rumore".

In particolare, il menzionato D.M. prevede che le società e gli enti gestori di servizi pubblici di trasporto o delle relative infrastrutture hanno l'obbligo di individuare le aree in cui si abbia il superamento dei limiti di immissione previsti e di presentare al Comune e alla Regione o all'Autorità indicata il piano di contenimento ed abbattimento del rumore prodotto nell'esercizio delle infrastrutture.

Gli obiettivi di risanamento previsti dal piano devono essere conseguiti entro quindici anni dalla data di espressione della Regione o dell'Autorità da essa indicata; oppure, dalla data di presentazione del piano qualora la Regione, entro tre anni dalla data di entrata in vigore del menzionato D.M., non abbia emanato provvedimenti in materia.

Gli interventi di risanamento devono essere effettuati secondo la seguente scala di priorità:

  1. direttamente sulla sorgente rumorosa;

  2. lungo la via di propagazione del rumore dalla sorgente al ricettore;

  3. direttamente sul ricettore.

 

Infine, l'ordine di priorità degli interventi di risanamento è stabilito dal valore numerico dell'indice di priorità P, la cui procedura di calcolo è indicata nell'allegato 1 al citato D.M.

 

 

 

 

| torna all'inizio |

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

Tecnici in Acustica ambientale e Specialisti in Acustica 2015/2016

Validato dalla Regione Lazio

Corso di formazione superiore

7 novembre 2015

Roma (RM)

Solidarietà

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

Comitato Paritetico Territoriale

Isolamento

Manuale

di buona pratica

Soluzioni tecniche per edilizia civile e industriale

Pubblicazioni

491

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

info@inquinamentoacustico.it