The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 28 dicembre 2014

Informazione on-line dal 2004 sull'inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica Onde Musica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

La bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 12

Materiale didattico

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi utili

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

 

Stereo troppo alto e rumori aumentano rischi di tumore all'orecchio

Tratto da Cybermed.it - Il Portale Europeo di Informazione Medico-Scientifica

L'esposizione a rumori forti per molti anni, al lavoro così come a casa per chi ha l'abitudine di esagerare col volume di stereo e TV, aumenta il rischio di neuroma acustico, un tumore che cresce lentamente e può danneggiare l'udito. Lo rivela uno studio di Colin Edwards, della School of Public Health alla Ohio State University. Il rischio stimato, è spiegato sull'American Journal of Epidemiology, è fino a 2,25 volte maggiore per chi si espone al rumore rispetto a chi non è esposto ad esso.

Il neuroma acustico si presenta intorno ai 50 anni ed i sintomi principali sono problemi di udito e un fischio alle orecchie, dovuti al fatto che la massa tumorale cresciuta lentamente comprime il nervo acustico.

Gli esperti hanno coinvolto nell'indagine 146 pazienti di età media 50 anni e 564 persone sane come gruppo di controllo della stessa età. I ricercatori hanno chiesto all'intero campione se fossero stati esposti a rumori forti sia in ambiente di lavoro che a casa o altri ambienti rumorosi negli anni passati e hanno chiesto anche per quanti anni sono stati esposti. Gli esperti consideravano come rumore forte uno pari a quello di una strada cittadina trafficata, ovvero circa 80 decibel.

Le attività rumorose dichiarate dai partecipanti spaziavano da esposizione a motori elettrici o di autoveicoli, esposizione a musica ad alto volume, a rumore di ambienti affollati come pub e ristoranti. E' emerso che chi è esposto a rumori di macchine da lavoro o da costruzione ha un rischio di sviluppare il tumore più alto di 1,8 volte mentre chi è esposto a musica ad alto volume addirittura ad un rischio di sviluppare il tumore più alto di 2,25 volte. Il rumore tipico di luoghi affollati (si pensi a chi lavora per anni in stadi, bar, ristoranti) aumenta il rischio di neuroma acustico di 1,5 volte circa. Inoltre più a lungo le persone sono state esposte a inquinamento acustico, maggiore il loro rischio di ammalarsi, hanno sottolineato gli esperti rilevando che già cinque anni di esposizione sono pericolosi.

Gli esperti hanno anche osservato che in tutti i casi in cui le categorie professionali esposte al rumore si proteggevano con cuffie il rischio di neuroma era pari a quello di persone non esposte. Il suggerimento è quindi di evitare di tenere la musica ad alto volume e, per le categorie professionali esposte, tenere le cuffie protettive.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

 

22° Congresso Internazionale sul Suono e le Vibrazioni

International Institute of Acoustics and Vibration

Congresso

12-16 luglio 2015

Firenze (FI)

Network solidale

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

D.Lgs. n. 81/2008

Manuale

di buona pratica

a cura di ISPESL

Comitato Paritetico Territoriale

 

Pubblicazioni raccolte

471

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

Sito ottimizzato per una risoluzione 1024x768