The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2014

Informazione on-line dal 2004 sull'inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica Onde Musica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

La bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 9

Materiale didattico

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi utili

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

 

Rumore da traffico killer, aumenta il rischio di ictus

Fonte: Affaritaliani.it

25.01.2011

 

Traffico killer, non solo per colpa dello smog e degli incidenti stradali. L'esposizione al rumore di una strada trafficata può aumentare il rischio di ictus. E questo in particolare nelle persone anziane. È quanto emerge da uno studio che sarà pubblicato online sull'European Heart Journal. Il lavoro è il primo a investigare in modo mirato sul legame tra il rumore di strade affollate da auto e camion e il rischio di ictus. Il team di studiosi danesi ha scoperto che per ogni 10 decibel di rumore in più, il pericolo aumenta del 14% fra i 51.485 volontari sopra i 50 anni.

Analizzando i dati, gli scienziati hanno poi visto che per i soggetti più giovani non si registra un aumento statisticamente significativo del rischio ictus, mentre per gli over 65 il pericolo aumenta con un ritmo del 27% ogni 10 decibel di rumore in più. Secondo Mette Soerensen dell'Institute of Cancer Epidemiology di Copenhagen, "lo studio mostra che l'esposizione al rumore del traffico sembra aumentare il pericolo di ictus", in particolare negli anziani. Occorre studiare azioni ad hoc per ridurre l'esposizione a questi suoni", dice l'esperto. Il suo team ha seguito i volontari per 10 anni, tenendo conto anche di una serie di fattori come fumo, dieta, consumo di alcol e caffeina. Ebbene, indipendentemente da questi elementi il rumore di camion, moto e auto si è rivelato insidioso, in particolare per i più avanti negli anni.

"Se presumiamo che i nostri risultati rappresentino il rischio reale, l'8% di tutti i casi di ictus e il 19% di quelli negli over 65 potrebbe essere attribuito alle strade rumorose", avverte il ricercatore, sottolineando che la popolazione analizzata viveva principalmente in aree urbane e dunque non sarebbe interamente rappresentativa della popolazione, in termini di esposizione al frastuono delle auto. Inoltre lo studio non stabilisce un legame causa effetto: si tratta di una ricerca epidemiologica, che evidenzia dunque con certezza solo la presenza di un'associazione. Il meccanismo attraverso il quale il rumore può aumentare il rischio di problemi simili è ancora da chiarire. Anche per questo il team sta pianificando ulteriori studi, per investigare sugli effetti del rumore per la salute.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

 

Misure in acustica, strumentazione e software

Spectra S.r.l.

Corso gratuito

23 giugno 2014

Napoli (NA)

Documenti in evidenza

Articoli selezionati

Guida Lavoro

D.Lgs. 81/2008

Manuale di buona pratica

a cura di ISPESL

Comitato Paritetico Territoriale

 

Pubblicazioni raccolte

466

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

Sito ottimizzato per una risoluzione 1024x768