The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2014

Informazione on-line dal 2004 sull'inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica Onde Musica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

La bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 9

Materiale didattico

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi utili

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

 

La risposta dell'esperto

A cura di Marcello Brugola

 

 

...Quando la valutazione del consulente tecnico del Tribunale compromette l'esito di un contenzioso

 

Egregio Signor Prenesti,

lei non indica la Sua provincia di residenza, per cui non posso sbilanciarmi nel dire se sia una di quelle con un alto numero di ricorsi per rumore, e quindi con la presenza di numerosi tecnici specializzati, oppure una di quelle a scarsa incidenza, con la presenza quindi di pochi tecnici esperti, comunque fa bene a non citare nomi, onde evitare querele inutili.

In effetti quello da Lei indicato sembra proprio “una cantonata” da parte del CTU: se si applica il criterio giurisprudenziale, ovvero la verifica del livello del supero dei +3 dB sul rumore di fondo, come da Lei evidenziato, allora ci si deve riferire alla norma ISO R1996/1 (e successive modifiche) che citano chiaramente la norma ISO 225 (successivamente 226) ma anche il fatto che in presenza di toni puri il rumore debba essere aumentato di +5 dB per tenere conto del disturbo.

È chiaro che se non ha applicato questo metodo, ma solo quello relativo al criterio amministrativo, ha sbagliato.

Non mi è chiaro il Suo discorso sulla accettabilità o meno del rumore con o senza componenti tonali (il supero dei 3 dB sul valore L95 è praticamente certo se il rumore è chiaramente udibile), e per esprimere un giudizio dovrei leggere i documenti di causa.

Anche per fornire un giudizio sulla applicabilità di un ricorso dovrei leggere attentamente i documenti di causa e verificare le misure fonometriche, dato che purtroppo per mia esperienza mi fido dei rilievi di pochissimi colleghi.

Il mio suggerimento è di trovare un bravo tecnico (ma il Suo tecnico di parte cosa dice?) e di vedere se esistono i presupposti per fare questo passo.


 

 

 

 

 

Pubblicità

 

 

Misure in acustica, strumentazione e software

Spectra S.r.l.

Corso gratuito

23 giugno 2014

Napoli (NA)

Documenti in evidenza

Articoli selezionati

Guida Lavoro

D.Lgs. 81/2008

Manuale di buona pratica

a cura di ISPESL

Comitato Paritetico Territoriale

 

Pubblicazioni raccolte

466

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

Sito ottimizzato per una risoluzione 1024x768