The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 05 dicembre 2015

Informazione on-line dal 2004 su inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

Bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 15

Didattica

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

il motore di ricerca per annunci di lavoro

Codici sconto e offerte

 Come risparmiare negli acquisti online

 

La risposta dell'esperto

A cura di Marcello Brugola

 

 

Come risolvere questo incubo?

 

Egregio signore,

la situazione che mi ha esposto non è assolutamente semplice da gestire a livello “acustico”. Se fosse casa vostra, vi potrei dire di fare almeno un minimo di intervento per attenuare il disturbo, ma ovviamente questo, essendo in affitto, non è possibile, a meno di richiederlo specificatamente al proprietario, adducendo appunto la necessità di poter usufruire dell’appartamento.

Vi suggerisco di rivolgervi ad un legale, per due motivi:

inviare una diffida al vicino, ed depositare una nuova querela ogni volte che “oltrepassa” il limiti del sopportabile avvisare il proprietario che l’appartamento in quelle condizioni non è agibile, e quindi o caccia il vicino o effettua i lavori necessari. Ovviamente dovete controllare il contratto che avete stipulato, secondo me un buon legale di fronte a ripetuti interventi della forza pubblica potrebbe dimostrare che il bene affittato non è conforme al contratto, e quindi potrebbe o costringere il proprietario a fare i lavori oppure a chiedere la sospensione del pagamento del canone.

Dal punto di vista acustico, potere depositare al Comune una relazione chiedendo che esca l’ARPA per una verifica, ma trattandosi di contenzioso tra privati non credo che uscirà. Nel frattempo continuate a chiamare polizia urbana e Carabinieri, prima o poi (forse) faranno qualcosa.

 

In bocca al lupo!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

Tecnico Competente in Acustica Ambientale

Riconosciuto dalla Provincia di Lucca

Corso di formazione

 15 dicembre 2015

Capannori (LU)

Solidarietà

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

Comitato Paritetico Territoriale

Isolamento

Manuale

di buona pratica

Soluzioni tecniche per edilizia civile e industriale

Pubblicazioni

491

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

info@inquinamentoacustico.it