The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 05 dicembre 2015

Informazione on-line dal 2004 su inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

Bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 15

Didattica

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

il motore di ricerca per annunci di lavoro

Codici sconto e offerte

 Come risparmiare negli acquisti online

 

La risposta della Redazione

 

 

...Il funzionamento della pompa di sollevamento dell'acqua del vicino

 

Egregio lettore,

stando a quanto da Lei asserito, il rumore lamentato non sembrerebbe dover essere attribuito al funzionamento di un apparecchio impiegato per scopi connessi a fini produttivi, professionali o commerciali. Pertanto, l’emissione sonora provocata da tale sorgente è assoggettabile, nell’ambito della tradizionale normativa speciale di settore, ai soli limiti assoluti (emissione/immissione) indicati dalla Classificazione Acustica del territorio comunale, mentre è sollevata dal rispetto dei valori limite differenziali di immissione, previsti dall'art. 4, c. 1 del d.P.C.M. 14 novembre 1997 recante "Determinazione dei valori limite della sorgenti sonore" che, in molti casi, rappresentano il vincolo maggiormente restrittivo. La verifica di tali limiti può nel qual caso essere demandata all’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA).

Qualora l’osservanza dei valori limite assoluti non procurasse la cessazione dei disagi lamentati, potrà essere valutata l’ipotesi contestativa in capo all’art. 659 C.P. in materia di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, sempreché il disturbo lamentato sia in grado di produrre effetti verso un numero indeterminato di persone.

In alternativa, potrà essere deciso di ricorrere all'esame del Giudice del Tribunale civile o Giudice di Pace, ai sensi dell’art. 844 cod. civ. in materia di immissioni moleste. Nel qual caso, oltre a disporre di idonea assistenza legale, è necessario produrre adeguata prova tecnica, comprovante l’avvenuto supero della c.d. "normale tollerabilità". A tal fine, ci si potrà avvalere di un Tecnico Competente in Acustica Ambientale (TCAA) da Lei incaricato.

Tale oramai consolidato parametro giurisprudenziale, fissa in 3 dB il limite di rumore che tale specifica sorgente può apportare al livello di rumore di fondo caratteristico del luogo nel quale viene percepito il disturbo. Inoltre, qualora ne sussistano le condizioni, potrà essere richiesto al Giudice un provvedimento d'urgenza, ai sensi dell'art. 700 c.p.c., in attesa di far valere il proprio diritto in via ordinaria. Tale linea rivendicativa può produrre, oltre alla riconduzione delle illecite immissioni, la risarcibilità degli eventuali danni insorti (biologico, esistenziale, patrimoniale).

 

 

 

Pubblicità

 

Tecnico Competente in Acustica Ambientale

Riconosciuto dalla Provincia di Lucca

Corso di formazione

 15 dicembre 2015

Capannori (LU)

Solidarietà

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

Comitato Paritetico Territoriale

Isolamento

Manuale

di buona pratica

Soluzioni tecniche per edilizia civile e industriale

Pubblicazioni

491

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

info@inquinamentoacustico.it