The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 05 dicembre 2015

Informazione on-line dal 2004 su inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

Bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 15

Didattica

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

il motore di ricerca per annunci di lavoro

Codici sconto e offerte

 Come risparmiare negli acquisti online

 

La risposta della Redazione

 

 

...Disturbo causato da operatore ecologico

 

Egregio lettore,

l'esercizio di siffatte attività può essere disciplinata dal Comune attraverso l’emanazione di apposita regolamentazione, istituita ai sensi dell’art. 6, c. 1, lettera e) della Legge 26 ottobre 1995, n. 447 recante “Legge quadro sull’inquinamento acustico”, in relazione alla quale fissare appositi orari o procedure utili per ridurre il più possibile il disturbo arrecato alla popolazione esposta ai rumori.

L’impiego di soffianti, infatti, se da un lato ha agevolato il lavoro manuale di pulizia, dall’altro ha sollevato non pochi malumori da parte della popolazione che viene interessata da tali operazioni. Va infatti considerato che questi apparecchi possono emettere livelli finanche superiori ai 90 dB(A), il che può far comprendere come siffatti elevati livelli possano scontrarsi con le tradizionali esigenze di riposo e tranquillità tipiche delle primissime ore del mattino.

Ciò considerato, pare quindi utile perseverare nell’opera di convincimento dell’Amministrazione locale affinché possa confinare siffatte operazioni, perlomeno all’interno di fasce orarie più consone, conformate alle tipiche esigenze locali.

In alternativa, non si esclude che ignorare tale condotta, quandanche si dimostrasse in contrasto con le esigenze di salubrità della popolazione esposta ai rumori, possa far incorrere nelle responsabilità in capo all’art. 659 C.P. in materia di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, allorché si decidesse di voler rinviare la vicenda all’esame dell’Autorità Giudiziaria. Nel qual caso, oltre ad una chiara e dettagliata descrizione dei fatti e dei luoghi nei quali ha origine il fenomeno sonoro contestato, sottoscritta da tutti i cittadini interessati da siffatti disagi, pare utile voler accompagnare gli scritti da idonea prova tecnica assunta attraverso l’ausilio di un Tecnico Competente in Acustica Ambientale (TCAA), a mezzo della quale supportare il grado di disturbo lamentato anche attraverso l'eventuale comprovato supero dei livelli fissati nell'ambito della normale tollerabilità.

 

 

 

Pubblicità

 

Tecnico Competente in Acustica Ambientale

Riconosciuto dalla Provincia di Lucca

Corso di formazione

 15 dicembre 2015

Capannori (LU)

Solidarietà

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

Comitato Paritetico Territoriale

Isolamento

Manuale

di buona pratica

Soluzioni tecniche per edilizia civile e industriale

Pubblicazioni

491

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

info@inquinamentoacustico.it