The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 28 dicembre 2014

Informazione on-line dal 2004 sull'inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home
Su

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica Onde Musica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

La bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 12

Materiale didattico

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi utili

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

 

Novità sulla legislazione sui requisiti acustici passivi degli edifici

Aprile 2010 - A cura di Lorenzo Rizzi - Suono e vita

 

E' in corso di ulteriore modifica l'applicazione del DPCM 5/12/1997 che normava i requisiti di isolamento acustico degli edifici nei rapporti tra venditori e acquirenti di abitazioni.

Il Governo aveva delega per produrre le nuove norme entro sei mesi dall'attuazione della legge ufficializzata il 14 luglio 2009, ma è oggi in fase di discussione una legge analoga che proroghi quella delega e faccia luce su alcuni punti che erano rimasti controversi.

Secondo l'interpretazione dell'ANIT della legge del 2009 i comuni devono comunque richiedere il rispetto del DPCM in questione, soprattutto se esplicitamente richiesto nelle norme attuative del loro piano di zonizzazione acustica o dal loro regolamento d'igiene. La legge infatti non parla di sospensione per quel che riguarda i rapporti tra pubblico e privato, come per esempio nella burocrazia che viene richiesta in fase di domanda del permesso di costruire. Si noti inoltre che la legge del 2009 in questione non è retroattiva, ovvero tutte le pratiche iniziate prima del 14 luglio seguono la vecchia regolamentazione.

A oggi le informazioni reperibili su internet dicono che l'intenzione del governo sia di rendere, con una prossima legge del 2010, completamente inapplicabile il decreto nei contenziosi tra venditori e acquirenti anche per pratiche precedenti il luglio 2009, così ha scritto in risposta a un'interrogazione parlamentare del febbraio 2010. E' inutile ricordare che una decisione in questa direzione andrebbe a favore di chi costruisce e a sfavore di chi compra, va in contro-tendenza con i miglioramenti che erano stati ottenuti nel mondo dell'edilizia negli ultimi 12 anni rispetto all'edilizia nazionale dei decenni precedenti. Si noti poi che i requisiti acustici passivi richiesti dal DPCM 5/12/1997 che si vuole 'congelare' erano tra i meno stringenti d'Europa.

La speranza è che la certificazione acustica degli edifici studiata dalla UNI e oggi in fase di conclusione venga tradotta in legge rapidamente con un testo che tuteli sia gli acquirenti che i costruttori e i progettisti: l'unica certezza oggi è che una volta pubblicata la nuova norma tecnica essa sarà solo volontaria fintanto che il legislatore non sistemi il disordine attuale.

Il nostro consiglio a chi vuole comprare una casa nuova a breve e desidera un buon isolamento da rumore è quindi di prestare attenzione: se l'isolamento acustico è una vostra priorità conviene aggiungere una clausola a tutti i contratti di acquisto in cui si esplicitino i valori di isolamento che si desidera che siano rispettati (come minimo quelli del decreto: R'w>=50 dB con le abitazioni adiacenti; D'nT,w>=40 dB per facciata e tetto se il sottotetto è abitabile; L'n,w<=63 dB per i rumori da calpestio), meglio se si prevedesse già un collaudo di verifica a opere finite.

Una volta pubblicata la norma UNI sulla classificazione acustica degli edifici sarà opportuno selezionare i costruttori che seguiranno la normativa e costruiranno case in classe I o II.

Facciamo notare che gli studi di isolamento termico e la classificazione energetica attualmente molto pubblicizzati non garantiscono di per sé l'isolamento dal rumore, necessitano comunque l'intervento di un tecnico specializzato in acustica.

 

Approfondimenti:

- Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee – Legge comunitaria 2008;

- Circolare di chiarimenti sul DPCM 5-12-1997;

- Determinazione e alla gestione del rumore ambientale;

- Misure a tutela della parità di trattamento dei destinatari delle norme sui requisiti acustici;

- Classificazione acustica degli edifici.

 

 

 

 

| torna all'inizio |

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

 

22° Congresso Internazionale sul Suono e le Vibrazioni

International Institute of Acoustics and Vibration

Congresso

12-16 luglio 2015

Firenze (FI)

Network solidale

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

D.Lgs. n. 81/2008

Manuale

di buona pratica

a cura di ISPESL

Comitato Paritetico Territoriale

 

Pubblicazioni raccolte

471

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

Sito ottimizzato per una risoluzione 1024x768