The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 05 dicembre 2015

Informazione on-line dal 2004 su inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

Bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 15

Didattica

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

il motore di ricerca per annunci di lavoro

Codici sconto e offerte

 Come risparmiare negli acquisti online

 

La risposta dell'esperto

A cura di Marcello Brugola

 

 

Come isolarsi dai rumori del vicino

 

Gentile signora,

purtroppo MAI chiedere ai venditori di materiali un consiglio tecnico: il loro prodotto secondo loro và sempre meglio degli altri, e se non funziona è perché è stato posizionato male, chissà come mai.

Detto questo: se il lavoro lo ha fatto una impresa (e non 5 o 6 anni fa, ma di recente) e voi siete i proprietari e/o affittuari dell’appartamento sottostante, mandate una RR alla stessa, facendo presente che ci sono problemi. Chi ha sbagliato sono loro, non voi.

Chiedere delle verifiche fonometriche secondo la UNI ISO 140 per la verifica dei parametri di legge secondo il d.P.C.M. 5/12/97.Se i valori non sono rispettati, l’impresa deve provvedere a far qualcosa, altrimenti voi potere fargli causa e chiedere i danni.

Per il soffitto, diffidate dalle ditte che parlano di percentuali e non di decibel: un risultato del 80%, a casa mia fa meno di 2 dB di attenuazione, e quindi significa che di acustica sono molto ferrati… per il discorso delle masse flottanti, non è spiegato come lo farebbero, per cui non posso esprimermi.

Le spiego perché una soluzione sul solo controsoffitto non serve a molto: prima cosa, se il problema è sul pavimento sovrastante, nessun controsoffitto eliminerà mai i fenomeni di fiancheggiamento, e quindi il risultato non potrà mai essere soddisfacente.

Secondo: anche utilizzando dei supporti elastici speciali (li avevano messi nel preventivo?), se non si raggiunge la Frequenza di risonanza del sistema massa-molla, il controsoffitto non attenuerà mai bene, perché parte dell’energia meccanica passerà dai supporti elastici. Io non sono mai riuscito a togliere più di 8 dB con un controsoffitto, anche se calcolato e realizzato bene.

Un altro sistema è quello di disconnettere meccanicamente l’intero controsoffitto, ma è complicato e costoso, e comunque non evita la trasmissione laterale, come già detto. Meglio sarebbe quindi intervenire dal di sopra, ovviamente i proprietari devono essere d’accordo. Iniziate a vedere se potete chiamare in causa l’impresa.

 

Cordiali saluti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

Tecnico Competente in Acustica Ambientale

Riconosciuto dalla Provincia di Lucca

Corso di formazione

 15 dicembre 2015

Capannori (LU)

Solidarietà

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

Comitato Paritetico Territoriale

Isolamento

Manuale

di buona pratica

Soluzioni tecniche per edilizia civile e industriale

Pubblicazioni

491

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

info@inquinamentoacustico.it