The new Art

of Silence

Ultimo aggiornamento: 28 dicembre 2014

Informazione on-line dal 2004 sull'inquinamento acustico

Testata giornalistica specializzata

 

Home
Su

 

Cerca nel sito

 

 

Site search technology courtesy Free Find

Fisica Onde Musica

Università di Modena e Reggio Emilia

Giuridica

Giurisprudenza rumore

Ante 2011

Post 2011

La bacheca

Cerco Compro Vendo

Annunci presenti: 12

Materiale didattico

Corsi di formazione

Novità

Guida metodologica per la stima del carico di malattia da rumore ambientale

World Health Organization Europe (WHO) Joint Research Centre (JRC)

Posta

dei lettori

Disturbo

Proposta

Protesta

Siti web

Selezionati dalla rete

Governance and Integrated Observation of Marine Natural HAbitat

Ascoltare il silenzio

Web-museo del suono

Servizi utili

Annunci gratuiti

Gazzetta Ufficiale

IT Directory

Meteo

 

L’evoluzione di un popolo attraverso l’attenzione per l’inquinamento fonico
Novembre 2007 - A cura di Luciano Mattevi

 

Lo sviluppo tecnologico e sociale delle civiltà moderne ha comportato un “inevitabile” innalzamento dei livelli di rumore prodotti dallo sviluppo delle attività antropiche, oramai raccolte in estesi addensamenti abitati, nonché ad una diffusa meccanizzazione della produzione e della mobilità. Il rumore è, quindi, un disagio di una modernità non controllata che affligge gran parte delle popolazione di tutto il mondo. Ciò nonostante, non in tutto il mondo si è reagito con gli stessi strumenti per combatterlo.

Differenti usi, costumi e, soprattutto, fattori culturali sono alla base di differenti politiche di prevenzione e protezione dal rumore. Non a caso Paesi quali quelli scandinavi e, comunque, del nord Europa, compresa la Svizzera, sono in prima linea nella lotta al rumore, attraverso politiche socio-economiche impregnate nello sviluppo del tessuto urbanistico. L’attenzione del mondo politico, tuttavia, non è altro che il riflesso di un’esigenza che scaturisce dai più ampi strati sociali della popolazione, desiderosa di poter vivere in un ambiente silenzioso.

I benefici prodotti dal silenzio o, se vogliamo vederla sotto un’altra ottica, i danni causati dal rumore sono oramai noti, grazie ai numerosi studi di settore, unanimi nel riconoscere all’inquinamento fonico la responsabilità di alterazioni psico-fisiche, le cui reazioni, più o meno gravi, sono legate al tipo di rumore e all’intensità sonora attraverso i quali queste si manifestano. Insonnia, ansia, ipertensione sono solo alcuni dei principali effetti, i quali possono determinare una ridotta attività lavorativa, difficoltà relazionali, anche all’interno della coppia, con evidenti quanto rilevanti conseguenze economiche e sociali.

Non mi stancherò mai di insistere sull’importanza delle azioni di prevenzione, le sole in grado di eliminare, alla radice, questo male moderno; sì, perché di questo si tratta, e questo nonostante, specie in Italia, siano ancora molti coloro che si ostinano a credere che l’inquinamento fonico sia solo un problema ambientale di serie “B”, giacché limitato o di stretto interesse degli “altri”, ma, come recita il titolo di una nota canzone di Umberto Tozzi “Gli altri siamo noi”.

Penso, credo e spero che i soggetti che oggi sono chiamati nel difficile compito di definire le regole di domani possano prendere coscienza dell’importanza di come si debba affrontare in maniera diffusa e sistematica il problema dell’inquinamento fonico, al pari di qualsiasi altro problema che interessa la sfera della salute e del benessere della persona.
 

 

 

| torna all'inizio |

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

 

 

22° Congresso Internazionale sul Suono e le Vibrazioni

International Institute of Acoustics and Vibration

Congresso

12-16 luglio 2015

Firenze (FI)

Network solidale

SOLidarietà all'Impresa e al Lavoro Etico Sociale

Guida Lavoro

D.Lgs. n. 81/2008

Manuale

di buona pratica

a cura di ISPESL

Comitato Paritetico Territoriale

 

Pubblicazioni raccolte

471

Documenti liberi estratti dalla rete o forniti dagli Autori

 

 

Associazione nazionale per l'arbitrato & la conciliazione

Organismo di mediazione Iscritto nel Registro Min. Giustizia

 

 

| chi siamo | contatti | copyright | lavora con noi | partner | privacy | redazione |

 

 

Inquinamentoacustico.it ®

 

 

Sito ottimizzato per una risoluzione 1024x768